Patto di Parma per la Lettura

Dettagli della notizia

Il 30 giugno 2021, nel cortile della Biblioteca Civica, è stato sottoscritto il "Patto di Parma per la lettura" tra il Comune di Parma e gli operatori della lettura cittadini, rappresentati da librai, associazioni e lettori forti aderenti.

Tempo di lettura:

1 min

Logo patto

 

Il 30 giugno 2021, nel cortile della Biblioteca Civica, è stato sottoscritto il "Patto di Parma per la lettura" tra il Comune di Parma e gli operatori della lettura cittadini, rappresentati da librai, associazioni e lettori forti aderenti. Nei mesi successivi molte altre realtà hanno sottoscritto il patto e la lista delle adesioni è in costante aggiornamento.

La sottoscrizione del Patto comporta la collaborazione a un’azione collettiva avente la finalità di promuovere la lettura e allargare la base dei lettori nel territorio del Comune e della Provincia di Parma.
Il Comune di Parma si impegna a promuovere il libro e la lettura attraverso le attività ordinariamente svolte dalle proprie biblioteche e a supportare la realizzazione dei progetti di promozione della lettura proposti dal Centro per il Libro e la Lettura (Cepell), istituto autonomo del Ministero della Cultura dipendente dalla Direzione Generale Biblioteche e Diritto d’Autore.  

Il Patto, che ha durata triennale e può essere rinnovato entro tre mesi dalla scadenza, si ispira al dettato della Legge 15/2020 “Disposizioni per la promozione e il sostegno della lettura” e si attua in coerenza con gli strumenti e gli obiettivi individuati nel “Piano nazionale d’azione”.

Possono aderire al patto le biblioteche, le librerie, gli editori, le scuole, le associazioni e in generale tutti i soggetti pubblici e privati che si riconoscano nei suoi principi e che intendano svolgere attività di promozione della lettura ad essi coerenti.

La richiesta formale di adesione può essere indirizzata a: